9/14/2008

"Mi manca chiunque"

E' morto lo scrittore David Foster Wallace, più o meno mio coetaneo. Copio e incollo la notizia da0 un giornale qualsiasi di oggi (on line):
"Lo scrittore americano David Foster Wallace (46 anni, nella foto) è stato trovato morto nella sua abitazione di Clermont, nel sud della California. L’autore di Infinite Jest - romanzo colossale, monumento del postmodernismo - e di altre importanti opere letterarie e reportage è stato trovato impiccato dalla moglie; la polizia sembra propendere per l’ipotesi del suicidio. Wallace aveva conquistato la notorietà col suo primo romanzo nel 1987, La Scopa del sistema, per poi pubblicare la sua opera principale nove anni dopo, con le oltre mille pagine di Infinite Jest. Attualmente insegnava scrittura creativa e letteratura inglese al Pomona College, sempre in California. Raggiunto dalla notizia della morte, il preside del college, Gary Kates, ha sottolineato come lo scrittore si curasse «con estrema attenzione» dei suoi studenti; col suo lavoro «ha trasformato la vita di molti giovani, è una grande perdita per la nostra facoltà», ha detto il preside. Molto apprezzato dalla critica, il suo esordio venne salutato con estremo favore dal quotidiano New York Times che, a proposito della Scopa del sistema, parlò di un interessante tentativo «di raccontarci la follia dell’America contemporanea con una combinazione di stili che va dai giochi di parole alla Joyce alla parodia letteraria e al picaresco». La sua grande opera Infinite Jest venne inserita dalla rivista Time tra le 100 migliori opere in lingua inglese tra il 1923 e il 2005. Oltre che come romanziere, Wallace era attivo come giornalista e reporter e collaborava regolarmente con riviste come Esquire, GQ, Harper’s, il New Yorker e anche Paris Review..."
Il sito dell'amico Giuseppe Genna dice cose molto più interessanti, e raccoglie alcuni articoli su Foster Wallace. Aggiungo che a Capri, quando fu invitato, fece una lezione, tra l'altro, sul tema del "fallimento".
Se ne dò anch'io notizia (non basta essere lettori o amare qualcuno per farlo) è perché ancora mi emoziona nella sua semplicità la piccola frase, quasi un esergo, che lessi ne La scopa del sistema: "Mi manca chiunque".

7 commenti:

chiunque ha detto...

ODE IMPULSIVA SU UNA BANDANA IMPROVVISAMENTE AFFLOSCIàTASI

addio (o chi per lui*) david
mi hai fatto trascorrere ore stupende, ma non ero ancora sazio
lo so, lo so.. non ho ancora letto i tuoi due romanzoni (ed avevo giurato che non l'avrei mai fatto, fintanto che avessi continuato a sfornare i tuoi fantastici saggi pirotecnici)
a questo punto dovrò tuffarmici
più di 2000 pagine, là dentro ci sarà tutto
ci sarà il wally che non ho ancora scoperto, la tua anima da matematico convertito alla narrativa, forse anche il perché del tuo gesto

buon viaggio
--> e se dovessi avere qualcos'altro da dire di davvero impellente, non esitare a possedere per qualche momento qualcuno di noi**

* dannato linguaggio comune infarcito di lasciti religiosi : anche l'ateo dichiarato si lascia sfuggire gli "addio", i "madonna mia" e i "cristo santo" (per non parlare del fatto che la definizione di ateo è una semplice negazione del divino (perché non esistono termini positivi con cui dichiarare la propria mancata appartenenza ad un credo?))
** scrittori e non, dotati o meno, suscettibili di trance ma anche no -tutti coloro che ancora si ostinano a calpestare questa terra, insomma

Anonimo ha detto...

mi associo volentieri al desiderio-richiesta di una definizione positiva di "ateo", o di una parola che suoni affermativa (o comunque aperta ai "mondi possibili"), per dirlo...
beppe

Anonimo ha detto...

Ecco..Non ho mai letto niente di questo autore...Ieri, dopo aver letto qui da te, mi sono sparata da Feltrinelli..Niente, non avevano niente..Dovrò aspettare..Definizioni: servono davvero?
rossana

Anonimo ha detto...

le definzioni non lo so (se servono).le parole sì. b.

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good