5/23/2008

Cambiare la vita

In questi ultimi giorni ho divorato, approfittando di ogni momento libero, la versione italiana dell'ultimo romanzo di Stephen King. Per i primi due terzi è davvero molto bello: storia del rinascere, del riscoprire il mondo - un menomato e cerebroleso che, come in certe storie di Philip K. Dick, acquista poteri, ma soprattutto assapora la vita. Diventa pittore. Scopre, oltre il bello, il sublime (che è sempre inumano). Anch'io vorrei andare a Duma Key (è il titolo del romanzo di King), almeno per la prima metà della storia. Credo che ce ne siano tante, a saperle scoprire. Anch'io come tanti, come voi, vorrei resettare la vita ogni tanto. E così passo a una segnalazione interna, perché da poco il webmaster ha infilato qui nel sito ("incontri") una conversazione che feci con la figlia di Gregory Bateson (il grande, grandissimo). Lei è la figlia dei suoi famosi "metaloghi". Ma è anche autrice di vari libri in proprio, tra cui Comporre una vita, biografie (femminili) di chi ricomincia proprio dopo un trauma privato, o comunque da una trasformazione radicale della propria vita. Se vi va, leggete il mio incontro con lei qui.

3 commenti:

rossana ha detto...

Letto. E come spesso mi capita leggendo qui da te, provo un senso di gratitudine. Ci sono frasi, parole, pensieri...che hanno il potere di farmi finalmente sentire "a casa". Come se trovassi in quelle parole una porta, una strada, che mi ridà il senso di ciò in cui credo e di ciò che per me è vero.Credo sia per questo che mi piace venirti spesso a trovare. buona domenica.Rossana.

Anonimo ha detto...

mi fa piacere. bello che uno scriva semplicemente: letto.
buona giornata a te, beppe

Anonimo ha detto...

L'intervista alla figlia di Bateson è bellissima. Paola