10/29/2008

Gli studenti hanno vinto

Il decreto Gelmini, o come diavolo si chiama, è legge. Ma gli studenti non hanno perso. Gli studenti hanno vinto. Sono loro che hanno ridato aria e vita a un'opposizione sfiatata. L'idea di raccogliere firme per un referendum abrogativo è ottima. Immagino in tutte le scuole e facoltà banchetti per la raccolta delle firme. Forse tutto questo ci voleva. Anzi, ne sono sicuro. Sembra di essere tornati nei primi anni '60 (io ero neonato, eppure li conosco bene) quando tutto doveva essere, per così dire, liberato. E quando, come oggi, i fascisti aggredivano gli studenti. Ma se questa destra si fa nemica dei giovani, se i giovani si svegliano dal torpore neutrale e dall'agio, l'energia ricomincia a scorrere. (Penso che non si dirà più, almeno spero, che tutti i politici sono uguali: questi provvedimenti li sta facendo un governo di destra, votato alle elezioni). E forse Berlusconi e il suo governo non ne imbroccano una: è di adesso la notizia che si vogliono criminalizzare anche i graffitari. Scrivere e disegnare sui muri sarà reato penale. Bene. Forse una nuova stagione comincia adesso. Comunque sia, gli studenti hanno vinto.

7 commenti:

rossana ha detto...

"Forse una nuova stagione comincia adesso. Comunque sia, gli studenti hanno vinto."
Mi piace la tua fiducia. Certo, dopo l'intervista del picconatore dell'altra settimana, la Piazza Navona di ieri mi ha fatto uno strano effetto, quasi l'intervista fosse stata una profezia...o un'anticipazione...

Anonimo ha detto...

è stata un'esecuzione(dell'intervsta): è chiaro che il camion è entrato nella piazza col consenso di alcuni poliziotti, correi...

Anonimo ha detto...

comunque hanno vinto laura palmieri

Kafka ha detto...

Questa volta si vince se si riesce a costuire l'università che vogliamo. Dei vari governi nn dobbiamo più interessarci, sono 15 anni che in Italia la conoscenza viene calpestata e mai come ora l'unica possibilità che vedo è quella di una autoriforma, una cosa che parta dal basso, perchè mai nessun governo sarà seriamente interessato a cambiare(in positivo) le cose. Cmq è vero
WE are winning

Anonimo ha detto...

consiglio la lettura di "L'università senza condizione" di Jacques Derrida. b.s.

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

imparato molto